Close

April 29, 2020

Ale Senso

Alessandra „Senso“ Odoni

1977, Bergamo

Ale Senso è attratta dalle storie, le assorbe, rielabora e, talvolta, fonde per poi trasferirle nell’ambiente con forme simboliche ed oniriche. Lei gioca con lo spazio, le differenti superfici e le loro peculiarità creando un equilibrio studiato meticolosamente ma allo stesso tempo spontaneo. Le linee sinuose, l’armonia dei tratti riflettono la ricerca formale che sottende a tutti i suoi lavori.

L’eterogeneità dei materiali e delle tecniche, la contaminazione dei linguaggi visivi, il particolare uso dei simboli la rendono un’artista che non si può che definire eclettica.

L’essere umano e il suo rapporto sia con la propria interiorità che con la natura che lo circonda sono tra gli argomenti chiave della sua opera.

Biografia

Il suo percorso artistico legato ai graffiti e, successivamente, alla street art nasce e si sviluppa a partire dalla

seconda metà degli anni ’90. Durante gli studi presso il liceo artistico di Bergamo avvia un dialogo con le

istituzioni locali per l’individuazione di spazi per interventi di arte muraria per se e per i suoi coetanei. Nasce

cosi il progetto “Tracce Urbane” tuttora attivo a Bergamo. Nel 2001 completa gli studi all’accademia di Belle

Arti Brera a Milano e trascorre un anno di studi a Budapest. Viene selezionata al corso superiore di arte

visiva della Fondazione Antonio Ratti a Como a cura di Giacinto di Pietrantonio e Angela Vettese. Trascorre

9 anni a Milano, durante i quali frequenti spostamenti in Italia e in Europa le consentono di partecipare ad

eventi, convention e mostre e di lavorare per aziende come Budweiser, Fiat, Raitunes, Amica Magazine, La

Rinascente, Adidas, Diadora.

Nel 2006, partecipa con un live painting alla mostra “Street Art Sweet Art” al PAC di Milano. Nel 2008

espone a “Scala Mercalli, il terremoto della street art italiana”, all’ Auditorium parco della musica a Roma a

cura di Gianluca Marziani. A partire dal 2007, nasce un suo personale progetto, ancora in via di sviluppo,

che prevede la produzione di interventi pittorici e performativi in spazi abbandonati, “A.c.m.e.”, “Reality” e

“Cycle Age Dinamo Fitness” sono tre lavori site specific che le valgono la selezione e la pubblicazione come

artista finalista al Premio Internazionale Terna 01- 03 e all’ Eco Art Project 2010.

Nel 2011 trasferisce il suo studio a Berlino. Nell’ottobre 2013 partecipa alla mostra internazionale di Street

art “La Tour Paris 13” a Parigi. Partecipa inoltre a vari progetti in Italia ed Europa tra i quali: Mostar Street Art

Festival, dove dipinge alcuni edifici rimasti devastati durante la guerra, a Roman/Bucarest (Re:mapping

street festival), dipinge la facciata cieca di un centro per bambini autistici, a Sarajevo (International graffiti

event – in collaborazione con l’ambasciata tedesca) dipinge con i ragazzi del quartiere alcune mura interne di

un centro giovanile, a Dobrich e Varna in Bulgaria durante il Wuwec festival dipinge le rampe di uno skate

park. In Italia alcuni interventi: a Cless (Trento) tiene un workshop per ragazzi e dipinge le pareti di una casa

in un parco durante la manifestazione “Wall Lettering”. A Varese per “Urban Canvas”, a Milano “Energy Box”

2015, a Roma al Maam – Museo dell’altro e dell’altrove, a Cosenza durante un periodo di residenza artistica

(The Bocs) dove produce due interventi murali in città ispirati alla mitologia e alla tragedia di “Edipo”.

Nel febbraio del 2015 porta il concept della mostra “Walls of Milano” a Berlino, 11 street artists italiani e una

mostra fotografica che racconta la scena urban milanese in una delle piu importanti gallerie storiche e

underground della città: la Neurotitan Gallery. Nel Maggio 2016, “HG80” – impresa sociale, la incarica della

realizzazione della prima opera di arte urbana di grandi dimensioni eseguita su una facciata cieca di un

edificio residenziale in Bergamo. Nel luglio 2017 lo storico dell’arte Jürgen Fisher e direttore artistico della

Kunsthalle di Wilhelmshaven, la incarica insieme a Caro Eickhoff ( guida turistica ed esperta di street art

della città di Berlino) di curare una mostra collettiva di soli interventi murali e installativi all’interno della

Kunsthalle, nasce “Ungeniert/engagiert – Kunst aus den Straßen Berlins”. Questa idea espositiva verrà poi

riproposta a Berlino con il progetto personale e intinerante “Apartment A” (https://apartment-aberlin.

blogspot.com/). Insieme a Paolo Baraldi in arte “Il Baro”, e’ attualmente direttore artistico del festival di

street art “Pianura Urbana” di Treviglio (BG).

alessandra.senso.odoni@gmail.com | +49 15771728314 | +39 39114701401 | P.I. IT04301350163

Studio: Der Kanal Atelier | Weisestraße 59, 12049, Neukolln-Berlin

FB page: @ale.senso | IG: @sensoale

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *